Tu sei qui:HomeMagazineNumero 8Editoriale

Work in Progress

di Bebo Moroni
Work in Progress

Il fatto di non dare periodicità ad una testata è indubbiamente un vantaggio: nessuno ti può dire: " ma come il 1° o il 15 non eravate in edicola!", però tale assenza di scadenzario fisso non giustifica la distanza di due mesi dalla pubblicazione dello scorso fascicolo. Potrei usare la scusante piagnona delle nostre scarse forze, ma sarebbe un po' un falso, perché le forze (quelle morali e intellettuali beninteso, quelle finanziarie sono - ovviamente- ben più che tali) sono tutt'altro che scarse. E' pur vero che tutti coloro che lavorano a questa rivista, a questa iniziativa, svolgono nella vita altri lavori, visto che campare si deve (almeno si cerca), ma non basta ancora, perché - comunque- una volta che si è preso pubblicamente un impegno, questo va rispettato. Però, però, delle scusanti ci sono, e l'elencazione di tali scusanti, mi consente anche di fare il punto della situazione e spiegare meglio in cosa consiste videohifi.


Videohifi è, in realtà, una rivista costantemente aggiornata. La scelta della prima pagina con copertina, che peraltro rivendichiamo, forse appanna un poco quest'idea di dinamicità, ma va chiarito che videohifi è ben più che una mera raccolta di prove. Quelle, certo, sono estremamente importanti e ci impegniamo (abbiamo il magazzino pieno di apparecchi che urlano la loro ansia d'esser torturati e poi liberati - massacriamo gli apparecchi per voi!) a dare una cadenza più serrata alla rivista "ufficiale", ma accanto alla rivista "ufficiale" appena detta, al "corpo centrale" dell'edificio, ci sono - non meno importanti e significativi-" gli annessi". E' l'unione di queste differenti architetture, che compone questa ormai ampia struttura al servizio degli appassionati.
Gli ultimi due mesi sono serviti, in particolare, a perfezionare e a migliorare accessibilità ed usabilità del Forum. Il Forum non è un'accessorio distinto dalla rivista, ma ne è bensì uno dei motori. E' uno dei due proseguimenti dinamici della rivista "statica". Ogni giorno sul Forum si trattano decine e decine di argomenti, si risponde - in tempi brevissimi, spesso istantanei, caso unico a livello mondiale nell'editoria online e su carta - alle domande e ai dubbi dei lettori (posta express), si confrontano opinioni esperienze, si fa critica, si affrontano i temi del mercato, si estrapolano problemi tecnici e d'ascolto.


Il secondo - fondamentale- proseguimento dinamico della rivista è la sezione notizie, costantemente aggiornata, che offre una panoramica in tempo reale di ciò che accade nel mercato che ci interessa, tiene aggiornati sulle uscite discografiche, sugli appuntamenti più significativi, sulle novità, anche quelle meno "ufficiali" e dunque scarsamente visibili sui media tradizionali. 
Inoltre - sempre a spiegazione ( non a giustificazione) del ritardo nell'uscita del fascicolo- va detto che in questi due mesi sono stati aggiunti importanti, ultreriori, elementi all'edificio: videohifi aux puces, il nostro "mercatino" dell'usato, partito volutamente in sordina, raccoglie ormai più di 1000 annunci, il che non ci sembra male in un mese e mezzo di vita, senza che, al contrario di quanto è avvenuto per iniziative analoghe, sia stato battuto alcun tamburo, e men che mai, fatta alcuna iniziativa di "spamming" ( cosa che invece è avvenuta, per altri siti del genere, anche sul nostro Forum).


Vorrei, avendo l' occasione per farlo, ringraziare pubblicamente il nostro Sergio Vitangeli, che in questo breve tempo oltre a tirare su il "mercatino", s'è dovuto accollare la non semplice briga, di far migrare l'intero Forum - che per eccesso di affollamento risentiva di eccessive lentezze e impuntature- su un altro server e su un altro data-base, con tutti i problemi che comporta tale tipo di migrazione, specie per un Forum che conta ormai 1500 iscritti ( con una percentuale insolitamente alta di iscritti "attivi", cioè che postano regolarmente, oltre a leggere - detto questo ribadisco che è lecitissimo consultare il Forum senza sentirsi in obbligo di scrivere alcunché) e quasi 18.000 post. 
Insomma, tutto ciò per ribadire che non ce ne stiamo certo con le mani in mano, e che non abbiamo alcuna intenzione, anzi, di "mollare la presa". Videohifi.com è la realtà a più veloce crescita nel panorama della stampa specializzata in rete. Con oltre 2.500.000 hits mensili ed avendo abbondantemente sfondato la soglia dei 100.000 visitatori al mese è la rivista hi-fi più letta in Italia e non solo (dati cerificati). Scuserete se è poco, e capirete dunque come i "lavori in corso" siano necessari, anzi indispensabili, per farla crescere ulteriormente e per offrirvi un servizio ancor più concreto ed attendibile.


Colgo l'occasione per comunicare ufficialmente, che dato il successo - scusate l'iperbole- oltre ogni misura della "posta-express" (oltre 1000 domande evase in soli sei mesi) ed essendo io stato configurato con due sole mani, e nostante l'insonnia essendo costretto a seguire l'arco biologico delle 24 ore, dei 12 mesi e dei 365 ( vabbé quest'anno 366) giorni l'anno, viene sospesa a tempo indeterminato ( lo so già lo era, ma non ufficialmente) la normale sezione delle "lettere". La casella posta@videohifi.com continua ad essere attiva, ma solo per quelle richieste di chiarimento o di informazione, che per un motivo o per l'altro (privacy etc.) non possono essere espletate in posta express. 
Buona lettura e buona consultazione quotidiana.