Tu sei qui:HomeMagazineNumero 6Reportage Top Audio & Video

Introduzione

Il Top Audio & Video e noi di Igor Zamberlan

Introduzione non introduzione, dato che le considerazioni generali sono già state esposte dal nostro amatissimo direttore nell'editoriale di questo super speciale: quello che mi preme fare, qui, è parlarvi delle nostre iniziative per il Top Audio & Video, nostro battesimo del fuoco "pubblico".

Eravamo presenti con una saletta e uno stand; qui sotto potete vedere i prodi Vitangeli e Aste allo stand che si trovava nella sala Aquarium.


Al secondo piano la nostra saletta, stereo, ma equipaggiata con sorgente digitale ad alta risoluzione, sorgente digitale a bassa risoluzione e sorgente analogica "quasi-vintage (un Thorens TD160 con braccio originale e testina Shure).

Il piatto forte della nostra saletta erano indubbiamente i Minus Habens, i diffusori con qualcosa in meno (il cestello dell'altoparlante), che si vedono in questa foto. Cono "fatto a mano", e soprattutto niente cestello a perturbare l'emissione, per un suono apprezzatissimo dai visitatori.


Il folle progettista si merita questa foto in stile questura cilena anni '70: se lo vedete in giro, guardatevene bene e nascondete i vostri diffusori - potrebbe essere preso da una voglia irrefrenabile di vedere se anche i vostri funzionano meglio senza (cestello…).

 

Qui uno dei due finali mono che pilotavano i gioielli di Giuliano (giuro a quelli che non c'erano che l'estetica dei diffusori non rende giustizia al loro suono), un amplificatore costruito da Roberto Amato su progetto di Nelson Pass, cinque enormi, pesanti, caldissimi watt a stato solido in purissima classe A single ended.


Sotto il preamplificatore (sempre Roberto Amato su base Pass) spicca il Philips 963SA, che sta (evidentemente) suonando I Grieve da Up di Peter Gabriel:


Come da nostri amori e linea, non mancava un angolo dedicato al vintage, con un Leak Stereo 20 e un Thorens TD124 con braccio SME a fare mostra di sé:

 

Infine, una vista della parte sonante della saletta al completo:

 


Leftovers

Qui alcune chicche che non entravano nel reportage "saletta per saletta":

i curatissimi, deliziosi amplificatori di Luca Chiomenti (Kiom)

il giradischi T+A, veramente bello

e il disco test (vinile, cos'altro?) di Clearaudio:

Audio4 presentava un'enorme esposizione statica dei prodotti distribuiti. Veramente un oggetto sonante c'era, ma penso fosse una provocazione, dato che si trattava di questo coloratissimo juke-box…

Fra gli oggetti hi-fi, le Kef Reference:

Il Quad 909, su un tavolo da lavoro (come tutte le altre elettroniche esposte, per avvalorare la tesi della provocazione):

Il finale Quad II-40, sorta di replica-non-replica dei Quad 2 (cambia, in effetti, quasi tutto):

E una delle numerose elettroniche sino-italiane Aeron (il numero di apparecchi Aeron era veramente impressionante…):

 

E ora, potete accingervi alla visita virtuale. Buona passeggiata!