Tu sei qui:HomeMagazineNumero 4Attualità

Piccole truffe on-line crescono

di Stefano Pasini *

Sappiamo tutti che la casa d'aste on-line 'eBay' è ormai da anni una vera e propria istituzione di Internet. Questo sito è diventato ormai molto di più di un semplice luogo virtuale di compravendita e scambio di oggetti di tutti i tipi; è un autentico mercato globale, un negozio universale nel quale si trova, come affermava una volta il motto di un supermercato londinese, dal chiodo alla locomotiva. Anzi, ora possiamo dire che si trova dal microchip all'aereo a reazione. 
La ragione per cui lo amo follemente, però, è anche un'altra, e non è strettamente collegata alla funzione di primario di luogo d'incontro fra venditori e compratori dei beni più disparati. Ebay ha acquisito, poco per volta, anche una funzione documentale straordinaria, trasformandosi in una specie di catalogo universale: se il Web è l'erede cibernetico, infinito e globale dell'Encyclopédie di Diderot e D'Alembert, eBay ne è l'estensione merceologica pratica, non una mera storia degli oggetti ma la loro mostra espositiva, in perenne mutamento e ricambio.
Questa funzione rende eBay particolarmente preziosa per gli storici di una Casa specifica, quelle che ad esempio sono per il sottoscritto EMT, Thorens, Porsche. Molte volte capita di girare eBay più per raccogliere informazioni che per una vera e propria volontà di acquisto o rivendita. Se un oggetto esiste, prima o poi verrà offerto in vendita su eBay e ciò dà alla storia scritta un riscontro pratico, materiale, immediato. A conferma di questo, posso raccontare che, durante i mesi di studio e di esami che hanno preceduto la pubblicazione del mio libro sul giradischi EMT, mi sono più volte scontrato con modelli che venivano offerti in vendita in queste aste, e che quindi evidentemente esistevano fisicamente, ma che ufficialmente non erano mai stati prodotti, come 'R80', '940', etc. Di questi si era perso qualsiasi ricordo a livello dell'azienda, dei suoi tecnici, degli utenti vari sparsi per il mondo; essi sarebbero stati quindi inevitabilmente esclusi dal libro. Una volta identificati con certezza questi modelli tramite il venditore, si è rimesso a posto un altro piccolo tassello di storia.

Assieme a questi punti estremamente positivi, eBay, e le aste on-line in generale, soffrono però anche di alcuni problemi. Il principale, che sta raggiungendo ora proporzioni preoccupanti, è rappresentato dall'esercito di truffatori che si sono messi in moto per sfruttare questa situazione per i loro traffici. 
Esistono vari tipi di truffe: quella più semplice la pone in essere chi mette in vendita un oggetto dichiarando caratteristiche non vere, ad esempio un oggetto in pessime condizioni che viene descritto come 'praticamente nuovo', oppure la denominazione di un oggetto nel quale si fa esplicito riferimento a un modello o una marca più pregiata, nel tentativo di ingannare il compratore o comunque di influenzarlo indebitamente (esempio: il braccio TP-14 del Thorens 124 descritto inevitabilmente, dai venditori poco seri, come 'EMT' per via della somiglianza estetica fra i due); queste vanno considerate infrazioni ancora relativamente veniali, alle quali il compratore può opporre una richiesta di informazioni più dettagliate e magari di fotografie di alcuni dettagli dell'oggetto che si vuole acquistare, nell'ambito di un normale, educato dialogo con il venditore. 
Ricordiamo dunque che tutte queste richieste, assieme a una valutazione preventiva accurata dei costi di spedizione e altri dettagli di questo tipo, debbono sempre essere fatti PRIMA di fare un'offerta; una volta che la si è fatta, ritirarla perché non ci si trova d'accordo su dettagli di questo tipo non viene considerato corretto. Quindi, ricordiamoci di chiedere quello che vogliamo sapere prima di fare offerte. 
Poi, però, ci sono i veri e propri truffatori. È abbastanza raro che un venditore normalmente iscritto a eBay incassi del denaro per la vendita di un oggetto senza mai consegnarlo al destinatario; dal momento che la sua identità è registrata all'atto dell'iscrizione, e presumibilmente rimane verificabile, una truffa di questo genere potrebbe avere conseguenze legali, che certamente risultano troppo gravi e numerose rispetto al guadagno di poche decine o centinaia di dollari. Adesso, invece, le truffe prendono altre vie, altre strade. La più comune, ma anche la più potenzialmente insidiosa, è quella della proposta di un affare relativo ad un oggetto che interessa al punto di partecipare a un 'bidding'. Si chiama, nei termini di eBay, 'Solicitation of an Offsite Sale' ed è una esplicita violazione delle norme di eBay.
In questo caso, il truffatore esamina la lista di coloro che hanno fatto delle offerte per un determinato oggetto: dal momento che dalla lista è possibile risalire alle identità eBay dei partecipanti all'asta, il truffatore spedisce tutti questi un messaggio di posta elettronica nel quale egli offre, guarda caso, esattamente lo stesso oggetto che viene offerto in vendita dal venditore ufficiale (che, è bene specificarlo, è assolutamente ignaro della cosa ed è completamente innocente) a un prezzo inferiore a quello della aggiudicazione ufficiale. 
Il truffatore spera che qualche fesso abbocchi al suo amo, facendo leva su vari meccanismi. Il primo è quello del puro e semplice risparmio: un giradischi che ha raggiunto la quota di € 1100 viene offerto a € 900. Il secondo è che in questa maniera chi non ha vinto l'asta probabilmente è in bruciore, vuole ugualmente quel giradischi e, magari, sta mangiandosi le mani perché non era vicino al computer quando quell'asta è terminata. Vedersi offrire lo stesso oggetto gli dà, per così dire, una seconda possibilità, da prendere al volo senza guardare tanto per il sottile. Infine, una leva secondo me marginale, ma che per qualcuno può essere significativa, è la prospettiva di fare una furbata: il truffatore infatti strizza l'occhio al furbino insistendo sul fatto che, così, si risparmia la percentuale dovuta a eBay, e quindi sia il venditore che il compratore risparmiano denaro.
Questo meccanismo è, all'atto pratico, eccezionalmente semplice da realizzare e apparentemente del tutto innocente. Vale quindi la pena di fare un esempio pratico, nascondendo, per motivi che poi vi dirò, le identità di coloro che sono stati coinvolti in questa specifica vicenda.

Il giorno 12 Luglio ho fatto un'offerta di 750 sterline per questo EMT 950 'BBC' in vendita, fra l'altro, da una persona che conosco molto bene.

http://cgi.ebay.com/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=3035075237&category=3283&rd=1

Sono stato subito battuto da un altro partecipante all'asta (legittimo), che ha offerto 900 sterline. Tre giorni dopo m'è arrivato questo messaggio nel quale mi si offrire un 950 'BBC' identico con questo testo::

To member: ***

From member: ***

Dear eBay Member, Sorry for disturbing you. I am from London,UK and i have something to offer you. I have like new JAW Dropping EMT 950 with Ortofon in box.(just like the one you are bidding on)The price that i want is 900GBP.I accept payment only by Western Union and i will pay the shipping at UPS.Please check me on ebay and you will see that i am there for some time.Have a nice day and reply me a.s.a.p if you are interested!

Questo tipo di proposte mi lascia sempre estremamente perplesso, anzi, a dire la verità, ne diffido notevolmente. Mi sono già aggiunti altri messaggi di questo tipo, ma stavolta ho voluto andare avanti per capire meglio cosa sarebbe successo. Quindi ho risposto al mittente chiedendo più dettagli:

Thanks for your offer. I'd like to see some pictures of the turntable, especially the side panel with the groove indicator and the serial number tag (in the front part of the 950.) Then I'm interested.


La richiesta di questi dettagli è fondamentale. Quando esistono dei dubbi, in particolare sull'oggetto è abbastanza costoso e la foto sembra essere una foto ufficiale, cioè ripresa da un catalogo o altro, è necessario avere una foto dell'oggetto reale c'è di quello che viene effettivamente messi in vendita, non di una simile. 
La spiegazione che non si è attrezzati per fornire foto non regge, e non si deve acquistare nulla da chi avesse questo tipo di atteggiamento. Tutti hanno ora una macchina fotografica, magari una digitale, uno scanner: quindi, niente scuse. Specialmente per gli oggetti più costosi e pregiati. Il numero di serie, inoltre, rappresenta l'identificazione senza possibilità di dubbio di questo oggetto, e, nel caso specifico di certi apparecchi elettronici come i giradischi EMT, conferma o meno che si tratti di una versione speciale e quindi meritevole di essere acquistata.
Questo messaggio, però, ha anche alcune caratteristiche aggiuntive che lo rendevano particolarmente sospetto, e su cui vorrei concentrare l'attenzione di chi sta leggendo. La grammatica è approssimativa, punteggiature e termini tecnici sono di basso livello, la descrizione dell'oggetto è esattamente il copia-e-incolla di quello offerto in vendita dal venditore ufficiale su eBay. Questo denota una origine geografica difficilmente compatibile con la dichiarazione del venditore disonesto o, diciamo così, parallelo a quello ufficiale, di vivere a Londra; inoltre il venditore diceva che avrebbe pagato la spedizione UPS di questo giradischi, e questo è assolutamente assurdo: il venditore paga la spedizione solo eccezionalmente, e visto che un 950 imballato pesa 100 chili, il costo è mostruoso!. Infine specificava, come metodo di pagamento, Western Union, che, come sapete, è un sistema prediletto dagli asiatici e da utenti del terzo mondo. Anche questo, dunque, del tutto inconsueto. Visto poi che l'oggetto offerto su eBay era, oltre tutto molto, molto particolare, il fatto che ne esistesse uno esattamente identico offerto in vendita in quello stesso momento rappresentava un'anomalia veramente curiosa.
Non ho dovuto aspettare molto. Dopo poche ore è arrivata la risposta di questo truffatore di piccolo cabotaggio:

Hi, here is the pics. i will not give you the number till i recive the payment info. have a nice day and i wait your e-mail!


Il fatto di non voler dare un numero di serie è estremamente sospetto, ovviamente, e fa subito cancellare ogni ipotesi di trattativa. Ma la cosa interessante è che il truffatore ha spedito anche una foto….peccato che, nello sceglierlo, sia stato sia ignorante che sfortunato. La foto acclusa a quel messaggio era infatti la seguente, che è quella di un MIO giradischi, cioè di uno dei miei 950; la foto è quella pubblicata sul mio sito:

http://www.stefanopasini.it/EMT950%20Restoration-Final-2.htm

Il truffatore l'ha semplicemente scaricata e rinviata a me come se fosse quello che mi doveva vendere, senza neppure curarsi di controllare che fosse un giradischi simile a quello che mi stava proponendo, anzi, sono del tutto diversi. Naturalmente, una volta effettuato il pagamento, sarebbe sparito nel nulla. Dunque questo truffatore è stato particolarmente cretino, cosa che mi ha permesso di avere una immediata conferma della sua malafede, smascherandolo in maniera inequivocabile.
In questo caso, il truffatore è stato tanto maldestro da risultare involontariamente comico. Altre volte potrebbe essere più abile e sottile, meno cialtrone, e quindi si potrebbe correre il rischio di caderci. Credo sia dunque necessario parlare pubblicamente per avvertire quante più persone possibile di questo pericolo. 
Ho già postato qualche messaggio di avvertimento di questo genere su vari forum (TNT-Audio, Vinyl Asylum, etc, nonché, ovviamente, alla stessa eBay) e sono grato a Bebo Moroni che mi permette di parlarne anche da queste pagine per avvisare altri appassionati e invitarle tenere gli occhi bene aperti. Che non si tratti di un caso isolato lo sappiamo, ma la diffusione del fenomeno mi viene confermata proprio dal venditore ufficiale di quel particolare EMT, persone che, come vi ho detto, conosco bene da tempo, e al quale ho inoltrato tutti i dettagli di questi messaggi, perché sapesse cosa stava accadendo. 
Vi allego quindi la sua risposta, che contiene altri illuminanti dettagli.

Hi Stefano,

Thanks for the message. This is now getting to be a very common problem and it is happening not just to EMT but to the VOX vintage stuff I sell too.
I have also had one customer who actually fell for this and is now down to the tune of 1100 GBP for a VOX amp the person claimed to have. A lot of people who do this are also using a stolen eBay identity so that it looks like they have amazing feedback - be very careful if you ever get an email from eBay or Paypal asking you to log in as this is how the steal you id. I am considering making my auctions private now to try and stop this happening, it is not something I like but I see no alternative at the moment.
I'm glad you exposed this one and I hope it has put a stop to him, at least

Questo delle 'identità rubate' non lo sapevo, ed è per questo che non pubblico qui l'identità eBay del truffatore: potrebbe appartenere nella realtà ad un onestissimo signore ignaro di tutto.

Molto utile è anche la risposta ufficiale di eBay, non perché offra un rimedio drastico contro i truffatori, ma perché spiega come difendersi. Guarda caso, anche loro scoraggiano l'uso di Western Union e consigliano di rinforzare ed aggiornare antivirus e firewall.

Hello,

The recent email sent from this account was the result of an 
unauthorized account takeover. The password was guessed or discovered and then used to send email like the message you received. Unfortunately, we were not made aware of this activity until after the email had been sent. We are now in the process of getting the account restored to its true owner.
Let me suggest a few ways this takeover could have occurred.
First, if the user had a relatively simple password or password hint question it is possible that a third party was able to gain access to the account by guessing the password. 
It is also possible that the user could have unknowingly provided his or her password to another party. Some eBay members have reported receiving messages asking for User IDs and passwords. These messages appear to come from eBay Support, but in fact are not. eBay will never ask for sensitive information of this nature through email. 
Last, there are a number of computer viruses in circulation that log and record keystrokes. It's recommended that computer users keep their virus alert software up-to-date, and check their system often for problems. A firewall for high-speed Internet users is also highly recommended.
eBay urges caution when purchasing high-priced items, especially if the price seems too good to be true. We do not recommend the use of instant cash wire transfer services such as Western Union and MoneyGram, and we ask that users decline sending payment in cases where these are the only methods of payment offered by the seller. Generally, if payment is sent using an instant cash wire transfer service and the item is not delivered as promised, no recourse is available for recovering funds. In most cases, an escrow service should be used when purchasing high dollar value items. More information on the benefits and risks of individual payment methods can be found at:

http://pages.ebay.com/help/buy/payment.html

Please be aware that eBay discourages all transactions that are initiated by parties other than the seller and the winning buyer in a completed eBay listing. Sales that take place outside of eBay carry a potential fraud risk and are not eligible for eBay services, including feedback, contact information requests, and the eBay Fraud Protection Program. You can review the services provided through the eBay Fraud Protection Program at:

http://pages.ebay.com/help/confidence/problems-fraud.html

Regards,

Ian eBay SafeHarbor Investigations Team

Che dire ora? Naturalmente eBay rimane un mercato straordinariamente attraente, e non si può fare di tutta l'erba un fascio, quindi a volte può anche esistere il venditore 'parallelo' onesto, che vi darà sicuramente l'oggetto di cui parla nel suo messaggio. Però i rischi sono, a mio avviso, molto superiori ai possibili vantaggi; conviene quindi sempre riferirsi al canale di vendita ufficiale, magari pagando con carta di credito via PayPal o con un bonifico bancario.
In conclusione: sappiamo benissimo che in queste vendite on-line si possono trovare oggetti molto interessanti a prezzi contenuti e, ripeto, è possibile anche acquisire una conoscenza di certi settori merceologici che, fino a pochi anni fa, sarebbe stata impossibile anche solo da immaginare; e che la comodità di consultazione e di accesso di questo sistema è assolutamente straordinaria, quindi io non posso che applaudire eBay e, globalmente, raccomandarlo a tutti. 
Ricordate inoltre che su eBay si vende anche molto bene, cosa che non va dimenticata perché permette di ampliare moltissimo le proprie possibilità di ricambio del proprio impianto/collezione, talvolta con risultati economici davvero molto interessanti. L'importante, come sempre, è tenere gli occhi bene aperti, e soprattutto superare con estrema franchezza una forma mentis un po' distorta, quella del 'risparmio ad ogni costo' che per qualcuno confina con il 'io sono più furbo degli altri'.
In un mondo elettronico che è sempre più pieno di truffatori più o meno intelligenti, bisogna tenere gli occhi aperti e gestire il proprio PC come un fortino assediato (non è solo una metafora), apprestando difese del miglior livello possibile. Ricordate che ogni giorno si sveglia, nel mondo, qualcuno più furbo di noi. Il meglio che possiamo fare è non infilarci nella sua ragnatela a tutti a costi.

*www.stefanopasini.it