Tu sei qui:HomeMagazineNumero 25AudioReportage: un impianto un po’ particolare…

Reportage: un impianto un po’ particolare…

di Giovanni Aste
Reportage: un impianto un po’ particolare…

Ciao a tutti e ben trovati,

Questa volta, invece di una "normale" recensione, voglio proporvi un piccolo reportage di immagini raccolte durante alcune mie "incursioni" in casa di Ciro Marzio, progettista e fondatore della Euterpe Audio, di cui più volte ho presentato i prodotti su queste pagine.

L’idea mi è venuta perché l’impianto che vado ad illustrarvi è sicuramente molto particolare e fuori da quelli che possono essere, se non i "canoni classici", almeno quelli più utilizzati da buona parte di noi.

La filosofia di base, come può immaginare chi conosce il marchio, è quella che prevede il connubio "Bassa potenza/Alta efficienza". In questo caso, come potrete vedere dalle foto, siamo in una fascia di livello molto alta che prevede, per quel che riguarda i diffusori, soluzioni "drastiche" per la maggior parte di noi.

Per quanto riguarda i risultati sonici, beh, se volete ne parliamo in altra sede J ma posso assicurarvi che per alcuni aspetti sono veramente allo stato dell’arte.

Dalle foto noterete anche l’uso intensivo di carbon block ad alta densità, altro pilastro portante della produzione e del pensiero Euterpe, ed anche in questo caso, visti i risultati, non posso che essere d’accordo.

Ma bando alle ciance, scusandomi per la qualità "amatoriale" delle foto vi lascio alla visione.



Fig. 1: ecco il padrone di casa fra le sue "bambine", tanto per rendere giustizia alle dimensioni dei diffusori. La tromba dei bassi è caricata con un 38cm, mentre per medi e alti si utilizzano due driver a compressione rispettivamente da 2 e 1 pollice



Fig. 2: Ecco un diffusore visto da vicino, si notano meglio: la tromba dei bassi a profilo tractrix, la splendida (in tutti i sensi) Iwata per i medi e una tromba in carbon block per la gamma alta. I driver per le gamme media e alta sono JBL e TAD



Fig. 3: Particolare dell’Iwatona, vi posso assicurare che è proprio "ona" J . La banda passante di questo oggetto parte da circa 200Hz e arriva, a seconda del driver, sui 7-8KHz. Dettaglio e velocità strepitosi. Un gran bel sentire



Fig. 4: Un EMT 927, qui c’e’ poco da dire…..



Fig. 5: Altra vista del gruppo medio alti. Si può notare l’uso intensivo di blocchetti di carbon block come appoggio.



Fig. 6: Particolare della tromba alti, realizzata per tornitura di un unico blocco di carbon block, carica il driver da 2KHz in su.



Fig. 7: Passiamo ad altro, ecco un pre phono in due telai



Fig. 8: Particolare del fissaggio del woofer, piastra di carbon block davanti, blocco di carbon block dietro



Fig. 9: E per finire ecco un "piccolo" 930….quel mattone che vedete sotto e’ una enorme base in carbon block, vibrazioni praticamente annullate…..alla prossima…