Tu sei qui:HomeOpen JournalAlberto GoldoniCalexico - Even My Sure Things Fall Through (2001) - Un disco che porta con se molti ricordi...

Open Journal di Alberto Goldoni

Calexico - Even My Sure Things Fall Through (2001) - Un disco che porta con se molti ricordi...

Calexico, CD, Musica
Calexico - Even My Sure Things Fall Through (2001) - Un disco che porta con se molti ricordi...

Calexico, Even My Sure Things Fall Through (2001)

Ed é così che mi trovo, causa trasloco, tra le mani questo cd dal titolo:"Even My Sure Things Fall Through"...Dio mio! Sono almeno 10 anni che non lo ascolto. Oggi lo metto su mentre impacchetto le mie cose. Subito ho un brivido, le note escono cristalline dai tweeter del dott. Heil e i miei corposi woofer da 30 cm delle ESS si producono in bassi ipnotici. Joey Burns e John Convertino fanno esattamente il tipo di musica che ci si aspetterebbe da un duo che ha preso il loro nome da una città del deserto. Vengo catapultato in paesaggi da film di Sergio Leone, resti di teschi bovini, vento, distese di roccia e sabbia.
Questo capolavoro, classe 2001, ha oramai quasi 12 anni alle spalle ed é composto di otto tracce. Due di questi brani appatengono all'ottimo album "Hot Rail" del 2000  - "Sonic Wind" e "Untitled III". "Sonic Wind" è presentato in forma strumentale, ristrutturato con trombe squillanti. Qui Joey Burns è un mostro nel mostrare tutta la sua voce calda e sensuale, il suo canto continua a migliorare con l'esperienza, affronta direttamente la situazione del paese omonimo della band su "Crystal Frontier", presente in due versioni. La versione "Widescreen" con l'accompagnamento dei mariachi che è una delle migliori canzoni dei Calexico mai registrata. Bellissima e coinvolgente anche la versione acustica che troviamo in posizione "7" in cui Burns da una delle sue migliori interpretazioni.
"Chanel No. 5" struggente e meravigliosa con il rif di Tim Gallagher che non appena  intona le prime note sento un brivido che corre giù per la schiena e siamo in agosto. E così via, "Banderilla", "Crooked Road and the Briar" e poi giù con "Hard Hat".

Burns e Convertino hanno realizzato quello che era iniziato come un progetto parallelo in una delle migliori band nel panorama indie rock americano. Sono rimasto incantato e sedotto dai 37 minuti di questo disco, che vola letteralmente senza lasciarti respirare e con il valore aggiunto di tre grandi video inclusi nel disco. Impossibile non comprarlo se ovviamente amate il genere. Se avete la possibilità ascoltatelo a casa vostra o di amici, difficilmente ne rimarrete delusi e perchè no, anche ammaliati.

Io intanto riprendo ad impacchettare perchè per tutta la durata del disco sono rimasto ipnotizzato e mi sono letteralmente bloccato in uno stato catatonico!!!

Buon ascolto a tutti.

Dì la tua sul Forum di VideoHifi:

http://forum.videohifi.com/discussion/292354/calexico-even-my-sure-things-fall-through-2001-un-disco-che-porta-con-se-molti-ricordi-#Item_1